IN PREPARAZIONE - I NOMI DEGLI ANGELI (MARCELLO STANZIONE CARMINE ALVINO)

 

I NOSTRI LETTORI CI DOMANDANO SPESSO I NOMI DEI LORO ANGELI!

 

Durante i diversi convegni in cui abbiamo avuto il privilegio di parlare è accaduto molto spesso che qualcuno ci ponesse domande sul nome del proprio Angelo custode, sulle sue caratteristiche e sulla sua protezione in un dato giorno della settimana, immaginando che tale spirito celeste fosse inserito in una sorta di calendario angelico né più né meno diverso da un oroscopo.

A tutte queste richieste abbiamo sempre risposto che, nel pieno rispetto di ogni insegnamento o credo, la Chiesa Cattolica riconosce però oggi , soltanto 3 nomi di Angeli e cioè quelli di Michele, Gabriele e Raffaele, presenti nella Bibbia mentre tollera,  senza prestargli particolare culto (e dunque senza poterlo pregare) il nome di Uriele che si trova nel testo liturgico di Esdra, da cui è tratta la preghiera Requiem Aeternam, ed in alcuni introiti delle Messe e si invoca ancora nel vecchio rito della Messa a San Gabriele Arcangelo, che Leone X concesse all’ordine di San Francesco , ogni anno al 24 marzo (oggi sostituito).

 Per altri nomi d’Angeli, la Chiesa non ammette CULTO DI DULIA, ma concede quella generica venerazione che a tutti loro si dedica,  nel giorno 2 ottobre.  Tuttavia, ci è sempre sembrato, che la risposta che davamo al nostro interlocutore, lo lasciasse interdetto e affranto, e  non soddisfacesse pienamente le sue curiosità, poiché egli rimaneva ancora tutto proteso con l’animo a cercare di conoscere il nome del proprio spirito custode, ed ancora oggi sono molti quelli che più per curiosità che per reale devozione, vogliono sapere come si chiama il proprio Angelo e che, non trovando una analoga offerta soddisfacente nella Chiesa Cattolica, si rivolgono ad altri mondi devozionali. Ciò risponde alla necessità dell’umano sentire di spiegare gli eventi fausti e nefasti della vita dovuti al movimento della natura, al corso della storia o all'instabilità dell'animo umano, ricorrendo a esseri sovraumani, inferiori alla divinità suprema, i quali possono influire sull'uomo e sulle potenze materiali, e che sono percepiti come meno impegnativi della divinità a livello devozionale.  L’uomo, durante tutto il corso della sua esistenza terrena, ha sempre voluto porre in essere un legame tangibile con questi enigmatici spiriti senza mai riuscirvi: gli stessi infatti custodiscono la creatura umana e amministrano il creato in vista della venuta del Redentore,  ma non sono soggetti ad essa.  Nominare è un atto decisivo che rinviene dal Sacro. Può stabilire un legame personale ; può soprattutto dare un potere, una presa sull’essere o sulla cosa così chiamata.   Per tali ragioni gli Angeli, se non raramente, hanno rivelato il proprio nome.   Anzi quando l’uomo ha tentato di conoscerlo gli stessi si sono trincerati dietro un singolare rifiuto:  “Perché mi chiedi il mio nome? Esso è  misterioso” .  I nomi degli Angeli sono per essenza ineffabili.  I veri nomi angelici ci restano dunque imperscrutabili, almeno nella realtà in cui noi esistiamo, fin quando non sono loro a volercelo dire.  Benché cosciente di non aver accesso alla designazione vera degli Spiriti, l’umanità non ha pertanto mai smesso di cercare i nomi degli Angeli.  Conoscere il nome degli Spiriti è accedere ad un altro livello, è impadronirsi di un potere, benefico o negativo.  Utilizzato con prudenza e saggezza, questo potere sbocca nella pratica dell’esorcismo ; tra cattive mani, il pericolo di giungere a delle pratiche magiche pericolose, nefaste, è evidente.  Con le riserve dunque, che abbiamo testè manifestato vogliamo ora rispondere a quel desideroso interlocutore che si interrogava sull’esistenza o meno di altri nomi angelici diversi da quelli conosciuti dalla tradizione cattolica, presentando quelli che siamo riusciti a trovare nelle biografie di venerabili suore in secoli di apparizioni e che , perlomeno, possono farlo riflettere sulla singolare rarità della propalazione dei medesimi.

 

DON MARCELLO STANZIONE                                              CARMINE ALVINO