Messaggio di errore

Recursion detected in view santi_beati_venerabili_e_mistici_cristiani display default.

ANTICIPAZIONI 2018 - NUOVI TESTI E PROSECUZIONI DELLE COLLANE

 

Con il nuovo anno, se Dio vuole dovrebbero uscire diversi testi di approfondimentosul tema degli Arcangeli.

In primo luogo, stiamo attendendo che S.E. il Vescovo di Pompei, dia il nulla osta per una pubblicazione in compartecipazione con il noto Santuario, del testo: « GLI ANGELI DEL BEATO BARTOLO LONGO» .  Il Beato Bartolo Longo, infatti, apprestava accanto alla devozione alla Vergine Madre di Dio, una fede esplicita anche ai Santi Arcangeli, arrivando addirittura a far consacrare una grande pala, dipinta dal maestro Loverini, che oggi si ammira, nella navata sinistra di questo Santuario di Pompei.

Grande è stata dunque la sopresa degli scriventi, nell’apprendere che un intero bagaglio di conoscenze, in tema di Santi Angeli e Arcangeli, del fondatore del Santuario Mariano di Pompei, non era stato in precedenza neanche minimamente preso in considerazione da nessuno, né alcuno studioso, sranamente, si era curato di fare un’edizione critica di questi libretti, per i quali, come detto, il Beato Longo apprestava un culto di pari dignità rispetto a quello della Divina Madre. Si era dunque generato un evidente vulnus devozionale, il quale stava mutilando per sempre la memoria e il sentimento religioso del Beato, per una pretesa adesione ideologica, a correnti di pensiero nei protestantesizzanti, che sono andate illegittimamente ad escludere ciò che veniva ritenuto dell’Avv. Longo non confacente o addirittura “pericoloso”.

Altro testo che crediamo di sicuro interesse è IL PROSSIMO « PREGARE  IL  ROSARIO CON   I SANTI ARCANGELI » in cui i 4 Arcangeli della Tradizione Cristiana sono accostati ai 4 misteri del Rosario. Fu una veggente belga a ispirarmi questo testo, sostenendo di aver avuto una illuminazione da Dio, che i misteri luminosi, che di fatti sono stati aggiunti da Papa Giovanni Paolo II, avevano una stretta attinenza con la figura dell' Arcangelo Uriele  - LUCE DI DIO - . Da ciò, affibbiare un mistero del Rosario a ciascun Arcangelo è stato facile, e scoprirete, se vorrete, come ciò è avvenuto leggendo il testo che vuole essere anche un  Invito alla devozione dei misteri gaudiosi, gloriosi, dolorosi e luminosi.

Parallelamente sarà pubblicato anche il secondo volume de «PRESENZA LITURGICA DEL QUARTO ARCANGELO» avente ad oggetto la preghiera dell' ETERNO RIPOSO, che è stata tratta dal 4 libro di Esdra, ove viene consegnata al profeta pseudoepigrafo dall' Arcangelo Uriele.  Saranno narrati altri misteri e particolarità, di questo testo ancor oggi purtroppo relegato negli apocrifi.

Infine, annunciamo la preparazione del III Volume della Collana « ARCANGELOLOGIA».  Questa volta spingeremo la nostra indagine sugli Arcangeli nelle altre religioni . Questo perchè, gli ARCANGELI SONO PATRIMONIO DI TUTTE LE CULTURE che credono in un solo e unico Dio, e sono venerati, in numero di 1 , 2  4, o 7 Spiriti, con i rispettivi nomi, da tradizione a tradizione, come segue: CATTOLICI: MICHELE, GABRIELE RAFFAELE ; ORTODOSSI RUSSI:       MICHELE, GABRIELE ; GRECO - ORTODOSSI:   MICHELE, GABRIELE RAFFAELE, URIELE, SEALTIELE,   GEUDIELE E BARACHIELE;  ANGLICANI: MICHELE, GABRIELE RAFFAELE, URIELE; COPTI:  MICHELE, GABRIELE RAFFAELE, URIELE; ETIOPI  MICHELE, GABRIELE RAFFAELE, URIELE; EBREI: MICHELE, GABRIELE MUSULMANI:  MICHELE (Mikail), GABRIELE (Jibril), RAFFAELE (ISRAFIL), URIELE (Esdrail?); YAZIDI:  SETTE ARCANGELI CON A CAPO Melek Taus. Gli Arcangeli, SONO DUNQUE PORTATORI DI PACE NEL MONDO, perchè ci fanno capire che,  in un modo o nell'altro,  SIAMO TUTTI FRATELLI . Così infatti, ebbe a dire , ,salvo il vero,  la Nostra Madre Celeste a Medjugorye (per chi ci crede): "Sulla terra voi siete divisi, ma siete tutti figli miei. Musulmani, ortodossi, cattolici, tutti siete uguali davanti a mio figlio e a me. Siete tutti figli miei! Ci non significa che tutte le religioni sono uguali davanti a Dio, ma gli uomini si. Non basta,  appartenere alla Chiesa cattolica per essere salvati: occorre rispettare la volontà di Dio. Anche i non cattolici sono creature fatte ad immagine di Dio e destinate a raggiungere un giorno la salvezza se vivono seguendo rettamente la voce della propria coscienza. La salvezza é offerta a tutti, senza eccezioni. Si dannano solo coloro che rifiutano deliberatamente Dio. A chi poco é stato dato, poco sarà chiesto. A chi é stato dato molto sarà chiesto molto.  Soltanto Dio, nella sua infinita giustizia, stabilisce il grado di responsabilità di ogni uomo e pronuncia il giudizio finale". (20 maggio 1982).

Spero che queste proposte possano incotrare l'interesse di tutti i lettori.

Grazie ancora. Siamo pochi a credere nei sette Angeli:  meglio pochi ma buoni.

Buon anno. Carmine Alvino